Formia: A.N.I.C.I. fa un appello in favore dell’Associazione Solidarietà di Padre Domenico De Rosa.

L’associazione Solidarietà di Padre Domenico De Rosa versa in una situazione di disagio estremo a livello logistico, tanto che A.N.I.C.I. di Formia, presieduta da Mario Bianchini, ha scritto al Sindaco Dott. Sandro Bartolomeo e per conoscenza all’assessore ai servizi sociali dott. D’Angiò.
Nella missiva, Bianchini chiede che vengano concessi all’associazione di Padre De Rosa gli idonei locali ubicati presso la nuova struttura dell’ex ENAOLI, in forma gratuita.
La concessione di tali locali significherebbe, si legge nella lettera, riconoscere a Padre Domenico il ruolo dinamico che svolge da circa trent’anni, a livello regionale, provinciale e locale, volto a recuperare tutti coloro che hanno problemi non solo per dipendenze da sostanze ma, anche comportamentali come il gioco d’azzardo patologico.

27 agosto Piazza Tommaso Testa si esibira il gruppo dei Summerstorm

Ultimi due appuntamenti con Formia al Centro della Musica,

 

11951861_1223207374371584_5603229040904569849_n

questa settimana daremo spazio ai giovani .Il  sulla pedana di Piazza Tommaso Testa si esibira il gruppo dei Summerstorm ,gruppo di musica rock e cantautori composto da ragazzi veramente giovanissimi e molto appassionati per la musica.

Continua la lettura di 27 agosto Piazza Tommaso Testa si esibira il gruppo dei Summerstorm

UNISONO non c’è luogo all’infuori dell’anima MARANOLA 2015

UNISONO
non c’è luogo all’infuori dell’anima
performance partecipata di Daniele Villa
a cura di Seminaria Sogninterra
29 agosto 2015 _ Maranola (LT)

11223692_1222916434400678_3758389106061972734_n

 
Ad un anno dalla terza edizione del festival, e aspettando la quarta edizione, Seminaria
sceglie di realizzare un intervento di arte relazionale portando l’artista Daniele Villa in
residenza a Maranola e lasciando che dal confronto tra quest’ultimo, il paese e gli abitanti,

Continua la lettura di UNISONO non c’è luogo all’infuori dell’anima MARANOLA 2015

Un cappello piumato per il bersagliere Giovanni Di Ciollo

 

Encomiabile gesto della Sezione di Latina dell’Associazione Nazionale Bersaglieri

Il presidente dell'Associazione Bersaglieri omaggia Giovanni Di Ciollo con un libro sulla storia del Corpo
“Dove gemono i dolori, primo accorre il bersagliere, che dà al misero i tesori di bontade e di fortezza”. Dando quasi pratica attuazione a questi versi di “Flik Flok”, la celebre marcia d’ordinanza dei fanti piumati, un gruppo di bersaglieri di Latina, appartenenti all’Associazione Nazionale BersaglierIiGiovanni Di Ciollo con il gruppo di bersaglieri e guidati dal presidente provinciale, Ten. Damiano Saltarelli, si sono resi protagonisti di un encomiabile gesto di solidarietà e di cameratismo, nei confronti di un anziano di Monte San Biagio, Giovanni Di Ciollo, proprio perché, interpretando lo spirito del Corpo, chi ha risposto, da giovane, all’appello della Patria, indossando la divisa dalle Fiamme cremisi, resta bersagliere per tutta la vita. Giovanni Di Ciollo, infatti, svolse il servizio militare nel 1949, a Milano, quale radiotelegrafista nel 3° Reggimento Bersaglieri, ma oggi, ad 87 anni, dopo una vista di sacrifici e di duro lavoro, è costretto su una sedia a rotelle, per un grave handicap.

Continua la lettura di Un cappello piumato per il bersagliere Giovanni Di Ciollo

Crisi Pontine

Si acuisce la crisi politica a livello pontino.
Si è partiti a Maggio con le amministrazioni di Priverno, Terracina e Latina, a seguito della sfiducia dei propri sindaci.
Poco più di due mesi dopo, stessa sorte, per l’ormai ex Sindaco del comune di Itri (Giuseppe De Santis), caduto dopo una mozione a suo sfavore, firmata da 7 consiglieri comunali, tra cui quello di FDI Raffaele Mancini.
Qualche giorno fa, ad annunciare le sue dimissioni, senza alcuna speranza di poter tornare indietro, Paolo Graziano di Minturno.
Qui ad inasprire la situazione il consiglio comunale saltato lo scorso 17 agosto, per mancanza di numero legale. Eppure, in quella sede, si sarebbe dovuto decidere di un documento importante, quale il bilancio di previsione 2015.
Non si trova certo sotto una buona stella il Comune di Castelforte e il suo Sindaco Patrizia Gaetano: durante l’ultimo consiglio comunale i consiglieri Testa e Forte hanno annunciato la loro fuori uscita dalla maggioranza. Anche qui, in occasione della riunione della massima assise civica, andava approvato il bilancio di previsione 2015.
Proprio per la mancata approvazione di questo, è giunta la diffida da parte del prefetto di Latina Dott Pierluigi Faloni.
Questi ha dato 20 giorni di tempo per approvare l’importante documento: in caso contrario l’amministrazione targata Gaetano può definirsi terminata ed il comune pronto ad essere prefettato.
Un quadro, dunque molto critico che desta preoccupazione anche nelle altre amministrazioni locali.
A tal riguardo abbiamo avuto modo di incontrare e chiedere un giudizio ad una veterana della politica: stiamo parlando di Eleonora Zangrillo, assessore ai lavori pubblici e, da fine luglio,  anche vice sindaco del Comune di Formia.
“Una risposta abbastanza complessa – ha affermato la Zangrillo – perché si dovrebbero analizzare le singole realtà locali”. “Faccio politica da quando ero più giovane – ha aggiunto – e le cose sono molto cambiate, in senso negativo: il governo nazionale cede ai comuni somme sempre minori e che non permettono all’amministratore pubblico di svolgere facilmente il suo ruolo, in linea con le esigenti richieste della comunità”.
Una situazione, a detta del vice sindaco formiano, che spesso si inasprisce anche per i rapporti non sempre rosei tra i vari consiglieri ed assessori a causa della mancanza di dialogo: “i consiglieri vorrebbero risposte – ha evidenziato- che per la giunta risulta difficile dare, proprio quale conseguenza delle sempre meno risorse”.
Gioca un ruolo fondamentale anche l’accesa intolleranza da parte dei cittadini: “ quando si fanno dei lavori, pensando alla recente asfaltatura dell’Appia, c’è sempre qualcosa che non va”.
Quello che si auspica, per tutti i comuni, compreso Formia: “ ci vuole maggiore coesione tra la cittadinanza e gli amministratori, tra i consiglieri e gli assessori ed il sindaco. L’unione fa la forza. Quando un governo cittadino cade è negativo per la città stessa, perché c’è un blocco, un rallentamento dell’attività e della programmazione”.
Non nega la presenza, comunque di giochi politici, soprattutto in alcuni comuni: “ è una cosa chiara, lapalissiana parlo soprattutto di Latina e di Terracina”.
In conclusione, l’assessore ha ribadito che si tratta di una valutazione veloce: “ il discorso potrebbe essere ben più ampio e completo”.

“TRA LIMBRA E L’AMBRA ” che si inaugurerà il 22 agosto a Sant’Anna del Furlo nelle Marche, Carlo De Meo

f0b291bc-38fe-40ea-a21b-3943ca227845

all’interno della IV edizione del progetto di LAND ART
dal titolo “TRA LIMBRA E L’AMBRA ” che si inaugurerà
il 22 agosto a Sant’Anna del Furlo nelle Marche, Carlo De Meo
ha realizzato, con un’azione di raccolta di legname, l’installazione
ambientale dal titolo USOTTOSU.

usottosu1rid

Continua la lettura di “TRA LIMBRA E L’AMBRA ” che si inaugurerà il 22 agosto a Sant’Anna del Furlo nelle Marche, Carlo De Meo