Per il Miele Florapi GUGLIELMO GIULIANO Primo posto dei Millefiori al Concorso Nazionale dei Mieli ltaliani Roberto Franci 2010 e secondo posto in assoluto

Per il Miele Florapi GUGLIELMO GIULIANO

?

Primo posto dei Millefiori

?

al Concorso Nazionale dei Mieli ltaliani

?

Roberto Franci 2010 e


secondo posto in assoluto

?


Si ? conclusa da pochi giorni la Settimana del miele di Montalcino, storico appuntamento nazionale per la promozione e commercializzazione dei prodotti dell?apicoltura. Come ogni anno, in conclusione dell?evento, sono stati premiati i migliori mieli di produzione nazionale ed internazionale, dopo esser stati sottoposti ad accurate analisi di laboratorio, ed essere stati esaminati a livello gustativo ed organolettico da una esperta giuria di degustatori.

IL SETACCIO VA A CASTELLONORATO

IL SETACCIO A CASTELLONORATO

?

UN POMERIGGIO INTENSO DI ATTIVITA?

NELLA PARROCCHIA? DI SANTA CATERINA A? CASTELLONORATO


Domenica pomeriggio si ? svolta una interessante attivit? culturale ludica presso il sagrato della chiesa di Santa Caterina a Castellonorato.

?

?

?

?


E? iniziata con l?oratorio dei bambini, guidati delle signorine Carla e Silvia, che hanno svolto una serie di attivit? composte di giochi, disegni, e canti? nel sagrato opportunamente ristrutturato dall?amministrazione comunale. Un improvviso incendio nelle vicinanze della canonica stava per compromettere la serata che poi ? stato spento dall?intervento della Protezione Civile.



La serata ? poi continuata con la rappresentazione teatrale della Commedia IL CAVALESE di Antonio Forte, interpretata dagli attori della Compagnia Amatoriale IL SETACCIO di Maranola.

Il Parroco don Antonio De Meo ha? ringraziato il Delegato del Sindaco di Formia, Carlo De Marco, da poco nominato, per aver proposta la serata teatrale che ha raccolto un gran numero di spettatori che hanno apprezzato molto l?iniziativa.



Al termine della rappresentazione il Parroco ha voluto sdebitarsi con tutti i collaboratori dell?Associazione Culturale Il Setaccio, offrendo una gustosa cenetta che poi accompagnata dalla musica di Angelo e Benedetto, ha divertito tutti.


UN RINGRAZIAMENTO A CARLO DE MARCO E AL PARROCO DON ANTONIO

?

FINE


LA COLONIA ESTIVA A TRIVIO DI MONTELEONE

LA COLONIA ?ESTIVA

?

A TRIVIO DI MONTELEONE

?

Per un?intera settimana un gruppo di ragazzi di Trivio di Formia ? stato ospite dall?omonima frazione di Trivio di Monteleone di Spoleto (Perugia).

?

L?esperienza molto istruttiva e gratificante vissuta dai giovani ?triviese formiani ? stata possibile grazie al gemellaggio istituito tre anni fa tra le due localit? ad opera di Toni Guglielmo che ha scoperto il paesino su internet.

Alla colonia hanno ?partecipato: Michele Guglielmo, Alessio Tullio Macchia, Centola Ivan, Masiello Andrea, Bruno Guglielmo, Francesco Filosa, Genesio D?Angi?, Gabriele Filosa, Antonio Ciccone, Ivan D?Urso, Valentina Guglielmo, Sara Di Maggio, Beatrice Saraniero, Sara Picano, Lidia D?Angi?, Carla Filosa, Cristina Adipietro, Rosetta Guglielmo, Claudia Filosa, Helena Filosa, Mariafrancesca De Meo.

Certamente per tutti ? stata una esperienza indimenticabile ?convivere con i coetanei di una realt? diversa in montagna ad un?altezza di circa 1000 m slm.

Il motore della iniziativa ? senz?altro Ilario Moretti, Presidente della Pro Loco di Trivio di Monteleone instancabile organizzatore di tante iniziative socio culturali. L?anno scorso ha portato a Trivio di Formia un gruppo di 35 ragazzi che hanno potuto fare anche una altrettanto interessante colonia marina.

Il clou dell?ospitalit? offerta ai triviese formiani si ? avuto domenica 29 agosto quando ? arrivata da Formia una delegazione dell?Amministrazione Comunale composta dagli Assessori: Giuseppe Treglia Vittorio Pecorini ed il Consigliere comunale triviese Alberto D?Angi?, accompagnati dal Presidente del Circolo Socio Culturale di Trivio Gino Forte, ideatore della iniziativa del gemellaggio. Inoltre un gruppo di genitori dei bambini ospitati si sono offerti per la vigilanza dei ragazzi.( Donatella ,Linda , Giovanni , Idomena, Adriana).


Oltre a teatro,musica e fuochi pirotecnici, gli ospiti formiani hanno potuto gustare i piatti tipici locali, il farro, e soprattutto il famoso tartufo nero della zona.