DON RAFFAELE PARROCO DI TRIVIO

la storia di

Don Raffaele

Di Iorio


Se, quando sono andato a Trivio ad affiggere il manifesto di morte del loro parroco di guerra Don Raffaele Di Iorio, ho visto i primi curiosi che lo leggevano, mettersi a piangere; se una folta rappresentanza di abitanti di Trivio si sono portati ad Ausonia per rendergli l’estremo saluto; se alla sua morte, avvenuta con il conforto della sola presenza mia e di una suora dell’ospedale di Minturno, egli possedeva soltanto 125 mila lire che tanto allora costava una bara ed un trasporto funebre; se gli è stata dedicata nell’anno 2000 una piazza al centro del paese; se il 28 marzo 2000, nel corso di una conferenza pubblica da me tenuta a Trivio, gli anziani di questa frazione di Formia hanno manifestato parole di vera e commossa riconoscenza verso il loro parroco che ne aveva difeso vita e averi nel corso della seconda guerra mondiale.

don Raffaele Di Iorio, parroco di Trivio

don Raffaele Di Iorio, parroco di Trivio
Se tutto questo, allora non possono essere vere le accuse di non riscuotere più la fiducia dei fedeli che la Curia diocesana di Gaeta gli rivolse sin dal 1950; non può essere giusta la sua sospensione dalla parrocchia, il suo successivo allontanamento da essa, i suoi ultimi giorni vissuti da randagio a mendicar Messa tra Roma e Napoli, a viver della pensione di invalida di guerra della sorella Francesca nella cadente casa paterna di Ausonia, la deposizione anonima delle sue ossa nell’ossario cimiteriale di Ausonia per la caduta di un intero blocco di tombe e per il disinteresse dei suoi stessi concittadini, ignari per lo più del travaglio di vita vissuto da questo prete, riservato e schivo, che mai si era permesso di raccontare ad alcuno la sua vita, se non a me giovanetto ed alla mia famiglia nelle lunghe serate trascorse intorno al fuoco a casa mia poiché la sua vicina casa era sola e fredda per mancanza di legna da ardere e qualche volta anche priva della cena.

E quella che vi raccontiamo, un poco alla volta, è la storia della sua vita trascorsa a Trivio di Formia. Alcuni tasselli ci mancano, ma i lettori che lo conoscevano o che ricordano i racconti dei genitori, potrebbero completarli con le loro dichiarazioni a futura memoria.

Non vorremmo che si considerasse questa “storia” un racconto di tipo scandalistico intenzionato a mettere in difficoltà le gerarchie religiose locali; è passato oltre mezzo secolo dagli avvenimenti narrati; la maggior parte dei protagonisti non esistono più; abbiamo voluto tentare una ricostruzione storica di quegli avvenimenti al solo ed esclusivo scopo di restituire un briciolo di verità alla storia delle nostre contrade aurunche troppe volte dilaniate da incomprensibili contrasti sociali che ne hanno molto spesso impedito lo sviluppo.

Qui abbiamo condensato un voluminoso carteggio meticolosamente conservato nel nostro personale archivio ma naturalmente si fanno salve eventuali differenti interpretazioni e conclusioni che dovessero verificarsi da approfondimenti derivanti da ricerche archivistiche future.



Due risate

SPIGOLANDO SULLA SETTIMANA ENIGMISTICA

 

 

Due amici si confidano.

  • Mia moglie si è infuriata con me senza un motivo plausibile. Mi ha trattato da buono a nulla, da senza cuore, da cretino. Inutile dire che non ci siamo parlati per un bel po’.

  • Per quanto tempo?

  • Finché non sono andato da lei a chiederle scusa.

 

=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=

 

Un tale, trovando spesso sulla propria segreteria telefonica chiamate da parte di uno sconosciuto che chiede di una certa Mariangela, registra un messaggio in cui precisa: “ Salve, io sono Giuseppe…..”.

Da quel giorno, sulla segreteria trova messaggi di tipo: “ Mariangela, ma cosa ci fai a casa di questo Giuseppe?”.

HALLOWEEN MARANOLA 2012 TORRE GAETANI

 

Halloween

 

marhalloween2 web

 

 

Salve a tutti, eccoci con un altra simpaticissima serata dedicata a grandi e piccini: MarHalloween2.

Appuntamento per Mercoledi’ 31 Ottobre 2012 alle ore 19.00 presso la Torre Caetani di Maranola (Centro studi A. De Santis) per festeggiare tutti insieme la festa di Halloween con una serata all’insegna dell’allegria con il duo Fantasia e Animazione, dove oltre ad intrattenere grandi  e piccini, potremo assistere allo spettacolo del fuoco con Hulahop infuocati e pioggia di fuoco della bravissima Showgirl Martina Fuego. Non mancherà l’angolo di degustazione a cura del Comitato che preparerà per l’occasione le pennette con zucca e provola. Seguiranno dolcetti, scherzetti e caramelle. Il tutto nell’incantevole scenografia allietata da musica e balli a cura del Comitato..
Ricordiamo che a partire da questo evento, il Comitato per Maranola devolverà tutte gli introiti delle serate fino alla fine dell’anno per aiutare una persona speciale che sta attraversando un percorso alquanto ostile. Pertanto vi invitiamo a visitare il sito www.tantovincoio.com per saperne di più.
Si ringrazia per la collaborazione e felice Halloween a tutti.
Vi aspettiamo numerosi.


fede loc web

CPM Staff

 

 

IL LIMONCELLO A NEW YORK

 

IL LIMONCELLO A NEW YORK

 

C’E’

 

 

 

PASQUALE ASSICURA CHE PER LA RICETTA E SI

 

ATTIENE A QUELLA ITALIANA

 

 

 

 

A  DIFERENZA DELLE PUBBLICITA ITALIANE


CHE RAMMENDONO CHI C’E C’E PER


IL LIMONCELLO ,A CASA DI PASQUALE


QUANDO SI DEGUSTA   CI SONO TUTTI

REMIGIO PAONE FAMIGLIE A TEATRO STAGIONE DI TEATRO PER BAMBINI RAGAZZI E FAMIGLIE

 

 

COMUNICATO STAMPA

TEATRO BERTOLT BRECHT – TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI

In collaborazione con IPAB SS ANNUNZIATA

FAMIGLIE A TEATRO

STAGIONE DI TEATRO PER BAMBINI RAGAZZI E FAMIGLIE

AL VIA L’UNDICESIMA EDIZIONE


famiglieateatro201213

 

 

Domenica 4 novembre – ore 17.00

Teatro Remigio Paone – Formia

IL BRUTTO ANATROCCOLO – TEATRO DELL’ACQUARIO – Cosenza


brutto anatroccolo


Regia Dora Ricca

DOMENICA 4 NOVEMBRE al via l’Undicesima edizione della fortunata stagione di teatro per Bambini, Ragazzi e Famiglie organizzata dal Teatro Bertolt Brecht di Formia in collaborazione con i Teatri D’Arte Mediterranei e dall’IPAB SS ANNUNZIATA.

Lo spettacolo che darà vita al primo attesissimo appuntamento è IL BRUTTO ANATROCCOLO la famosissima favola messa in scena dal TEATRO DELL’ACQUARIO DI COSENZA per la regia di DORA RICCA.

La stagione che lo scorso anno ha avuto un grande successo di pubblico registrando sempre il tutto esaurito , ha visto il Teatro Remigio Paone riempirsi di giovanissimi e attentissimi spettatori , un pubblico esigente ed attento che ha apprezzato le tante proposte e che si prepara a godere di questa nuova stagione proposta e realizzata dal Bertolt Brecht,

Tante le proposte , due spettacoli al mese da Novembre a Marzo, che vedranno il palcoscenico del Remigio Paone trasformarsi in una vera e propria officina della fantasia.

Si inizia con IL BRUTTO ANATROCCOLO la famosissima favola di Andersen, dove la sua messa in scena mette in rilievo, rispecchiandone la struttura del racconto, i problemi che ogni individuo incontra nel difficile percorso alla ricerca della propria identità e nell’affermazione di sé stesso.
Nell’allestimento si mette in risalto il processo dell’ accettazione di sè, non solo come un fatto personale. Si pone anche l’accento sull’inadeguatezza della società di fronte tutto ciò che è “diverso”.
Gli animali da cortile hanno una visione ristretta della vita, mediocre e circoscritta alle loro piccole miserie “umane” e disprezzano tutto ciò che non conoscono, mentre, gli uccelli migratori sanno volare alto, e conoscono il mondo, altre lingue ed altri climi, per questo sono aperti e tolleranti.
Imparare ad accettare il diverso è una necessità, e coinvolge l’individuo in una società che è ormai sempre più interetnica e multiculturale.
Con le tecniche del teatro di figura e delle ombre ci si immerge in una atmosfera onirica, coadiuvata dalle musiche e da canti originali.

Ma la stagione è ricca di spettacoli per tutti i gusti e tutti i palati, dalle immancabili avventure di Pulcinella all’eroe della foresta inglese , l’imperdibile Robin Hood, da un anziano RE LEONE costretto ad andare in pensione, al terrore dei teatri L’ORCO DEL TERATRO .

TANTISSIME RISATE ED AVVENTURE ASPETTANO IL GIOVANISSIMO PUBBLICO DEL Brecht presso il Teatro Remigio Paone , PER LA NUOVA STAGIONE FAMIGLIE A TEATRO 2012/13

Biglietto € 4  

 

La stagione del Bertolt Brecht è dedicata a MALALA YOUSUFZAI, ragazza pachistana di 14 anni che ha avuto il coraggio di affermare il diritto allo studio di tutte le ragazze del suo paese e criticare il modello di vita imposto dai talebani nella Valle dello Swat (Pakistan nord-occidentale) e per questo è stata gravemente ferita a colpi d’arma da fuoco mentre viaggiava in un autobus scolastico vicino a Mingora.

 

IL CANCRO DEL MONDO NON E’ PROVOCATO DALLE DONNE

CHE STUDIANO MA DAI MASCHI IGNORANTI

 

SOSTENIAMO MEDICI SENZA FRONTIERE E

L’ASSOCIAZIONE LIBERA

CHE COMBATTE TUTTE LE MAFIE

Informazioni su www.teatrobertoltbrecht.i e su www.sipario.it