ELEZIONI AMMINISTRATIVE FORMIA 2013

 

ELEZIONI AMMINISTRATIVE

 

DEL 26-27 MAGGIO 2013

 

 

 

FORMIA

 

Si avvicinano a gran passi i giorni delle elezioni amministrative comunali, fissate per domenica 26 e lunedì 27 maggio prossimi. La maggior parte dei partiti tradizionali e delle componenti civiche sono già pronte ai nastri di partenza: a cominciare dalla lista civica UN’ALTRA CITTA’ con forse l’unica donna candidata a sindaco : Paola Villa. E l’anima Popolare del castellonese, Augusto Ciccolella.

 

Ma forse bisogna ricordare che il sindaco uscente Michele Forte,  rimane in pista,avendo detto che lui si candida sempre, parafrasando il suo ex protettore, il “Divo Giulio”. Gli altri raggruppamenti con la sinistra che avendo organizzato le primarie con conseguente ballottaggio, vede il ritorno di Sandro Bartolomeo. Anche il Movimento5Stelle, ha formalizzato con un’assemblea pubblica presso l’antica Fontana di Largo Paone, il suo candidato a Sindaco nella persona del giovane Paolo Costa.

 

 

Anche un altro Costa, il Maurizio dell’omonimo ospedale, ha già da tempo presentata la sua candidatura, ma un po’ ambigua, perché tra le note della conferenza stampa nello studio dell’Avv. Cupo, si poteva leggere una sua disponibilità a fare un passo indietro qualora il Centro-Destra potesse trovare una candidatura unica, forse nell’ex deputato Gianfranco Conte. Il PDL, il grande indeciso, in questi ultimi tempi si è macerato in continue ed infruttuose riunione, promettendo  “Primarie” che non sono mai arrivate, e facendo una serie di incontri che  ultimamente sono giunti alla determinazione di schierare un “cavallo” di bandiera con l’ing. Erasmo Picano. Di queste ultime ore, la candidatura, per ora annunciata solo dalla stampa locale, di Benedetto Assaiante,che dovrebbe correre per il raggruppamento di Monti, il che farebbe un grave torto al suo antico- amico Michele Forte.

 

Altri Sindaci per ora non se ne vedono all’orizzonte, ma c’è da giurare che prima del 27 aprile prossimo, giorno in cui si chiuderà la presentazione delle liste, qualcuno ancora sarà tentato di scendere, o salire alla montiana in piazza. C’è da ricordare che il decreto legge n.215- del 23 nov.2012, prescrive che nei comuni superiori a 15mila abitanti, occorre rispettare le cosiddette “ quote rosa”. Vale a dire che a Formia dovendo presentare una lista di 24 candidati, almeno 1/3 dovrà essere dell’altro sesso.

 

Altra novità: si potranno esprimere due preferenze a condizione che sia una per un uomo e l’altra per una donna.. Trovare 8 donne disponibili per ogni lista sarà un problema: ma saranno sempre  comari, mogli, sorelle e quant’altro a correre in soccorso.

L’Indiscreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *