RICORDANDO IL PRESIDE DELLA POLLIONE VALENTINO CARDILLO

ADDIO VALENTINO!


Le notizie sulla scomparsa degli amici arrivano sempre

improvvise ed incredibili.

Così quest’oggi ho appreso con grande tristezza la scomparsa

di Valentino Cardillo.

Valentino, per gli amici e per tutti i triviesi che lo stimavano.

Di Lui non si può parlare che bene. Uomo integerrimo,padre e

marito affettuoso, intellettuale schivo e modesto, ma di grande

aperture e solida cultura.


Attaccato alle vicende della comunità di cui viveva con apprensione

e dedizione tutte le vicissitudini. Ma sempre in maniera distaccata

e schiva,lontano dalla bagarre e dal chiacchiericcio piazzaiolo.

Valentino è poi emerso in maniera determinante sul piano della

professione: uno dei giovani brillanti ed emergenti degli anni ’70,

studia e si laurea con il massimo dei voti e quindi vincitore di

concorso ,inizia una brillante carriera scolastica anche se in sedi

disagevoli e lontane dalla sua amata Trivio.

Non si accontenta però,di essere un dignitoso e valente

professore  e Continuando studi intensi supera il concorso

per “Presidi” diventa anche  Dirigente scolastico,

prima in sedi in Provincia, fra cui diversi anni a Fondi e po

i finalmente nella sospirata Formia.


Qui non occasionalmente ha scelto la scuola Media Pollione,

in cui era inserita la scuola di Trivio.

Negli anni che ha diretto con impegno ed oculatezza, imparzialità e

lungimiranza l’Istituto Formiano, abbiamo instaurato una assidua

collaborazione con Lui, e lo abbiamo incontrato e apprezzato sempre

per la sua completa disponibilità soprattutto per la comunità

di Trivio in cui si sentiva pienamente integrato.

Non poche volte,a partire dalla sua giovane età, trovandolo

giovane brillante e attivo,ho cercato di coinvolgerlo più direttamente

nella vita politica del Comune, ma il suo rifiuto è stato sempre garbato,

ma netto, mai volendosi compromettere con quella attività fatta più

spesso dicose non sempre nobili.


Dopo il pensionamento lo abbiamo visto un po’ più impegnato

nella vita culturale dell’amato paesello, ma c’è voluta sempre una

grande insistenza per tirarlo in ballo.

Il suo non era un isolamento per forza di inerzia, ma forse per grande

dignità ed umiltà.

E per questo lo stimiamo ancora di più e ci sentiamo rammaricati

per la sua dipartita immatura.

Gli amici sinceri che tanti ne ha, lo piangono e lo rimpiangono.

Trivio con la scomparsa di Valentino Cardillo

diventa certamente più povero.

Sentite condoglianze alla Famiglia.

Profnonno per il SETACCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *