SINDACO INCONTRA PROTEZIONE CIVILE

FORMIA –

 

Il sindaco in visita alla Protezione Civile


 


Il sindaco Sandro Bartolomeo ha fatto visita al Ver Sud Pontino per ringraziare i volontari della Protezione Civile del costante contributo di professionalità offerto su più fronti: dalla lotta agli incendi boschivi alle emergenze maltempo, all’ordine pubblico e viabilità per le manifestazioni dell’estate 2013.


 

Anche nel corso della giornata di domenica la Protezione Civile formiana ha effettuato diversi interventi per prevenire e tamponare gli allagamenti provocati dalle intense piogge del pomeriggio-sera.

Sorvegliato speciale, ancora una volta, è stato il torrente Pontone, così come altri corsi d’acqua a rischio esondazione, come il Rio Fresco e il Rio Santa Croce. Gli uomini del Ver hanno inoltre partecipato alle ricerche dei due escursionisti dispersi sulla montagna in zona “Canale”.

Simone Pangia – Ufficio Stampa Comune di Formia

SHOW DI ROCCO PAPALEO AL REMIGIO PAONE

FORMIA – Fecs, allarme meteo. Show di Rocco Papaleo spostato al teatro “Remigio Paone”

 


Causa maltempo, l’atteso spettacolo di Rocco Papaleo, ospite stasera del Festival della Città Sostenibile, è spostato dal parco De Curtis al teatro Remigio Paone, con inizio previsto sempre alle ore 20. L’intero programma serale si svolgerà quindi al chiuso per evitare il rischio di pioggia.

 


Una kermesse di musica, spettacolo e poesia, ospite dell’EcoCafféLetterario di Rossella Tempesta. Partenza con Franco Arminio che presenterà il suo ultimo libro “Geografia commossa dell’Italia interna”. Sarà poi la volta di Claudia Fabris, poetessa e performer e di Egidio Carbone, attore e teorizzatore teatrale.

 

La sua dottrina teatralogica dell’attore costituivo stabilisce un parallelismo tra la disciplina ingegneristica della deformazione della materia e la metafisica scenica dell’attore. Sarà poi la volta di Rocco Papaleo e della sua performance teatrale e musicale. La serata sarà accompagnata anche dalla musica popolare dell’organettista Luigi Marcelli e dalla splendida voce della cantante gaetana Marianna Tafuri.

Simone Pangia – Ufficio Stampa Comune di Formia

SCOPERTA SENZAZIONALE TUMORE AL SENO PROF CLAUDIA BAGNI

UNA SCOPERTA SENSAZIONALE PER IL CANCRO DEL SENO

(COMUNICATO STAMPA COMUNE DI CASTELFORTE)

 

 

 

Il gruppo di ricerca della prof.ssa Claudia Bagni, originaria di Castelforte, del Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, in collaborazione con il VIB/KU Lovanio, Belgio, ha scoperto il meccanismo con il quale la proteina della Sindrome dell’X Fragile (FMRP) contribuisce alla progressione del cancro alla mammella.

Il Sindaco Patrizia Gaetano appena appresa la notizia, rimbalzata in tutti i giornali e siti del mondo per il suo grande rilievo, ha espresso il suo compiacimento, quello di tutta l’Amministrazione Comunale e dell’intera cittadina aurunca per questo importantissimo risultato scientifico che è stato raggiunto grazie all’impegno, alla competenza e alla professionalità della prof.ssa Claudia Bagni e del suo gruppo di ricerca.

 

 

 

“Si tratta di una scoperta di grande valore scientifico -ha detto il Sindaco Gaetano- e sono felice che ad averla fatta è stata la prof.ssa Claudia Bagni e il suo gruppo alla quale mi lega una antica e bella amicizia. Le sue origini sono qui a Castelforte dove torna spesso e dove vivono i suoi parenti e amici. Desidero, quindi, esprimere a Lei e a tutto il suo gruppo di ricerca le più vive felicitazioni per aver centrato questo straordinario risultato che rende merito alla sua costante opera di ricerca. E’ bello -ha concluso il Sindaco Patrizia Gaetano- che ci siano anche queste notizie che aiutano e sostengono la speranza di tante donne che hanno vissuto e vivono il dramma di questa malattia”.

Qui di seguito riportiamo il testo del Comunicato ufficiale emesso dall’Ufficio Stampa dell’Università di Roma Tor Vergata.

Per raggiungere questo obiettivo il gruppo della prof.ssa Bagni ha collaborato, inoltre, con diversi centri di ricerca e ospedali italiani (tra i quali l’Istituto oncologico IFOM-IEO di Milano e il Campus Bio-Medico di Roma) ed esteri, in Belgio e Inghilterra. I ricercatori hanno dimostrato che la proteina FMRP agisce come uno “switch” molecolare che è in grado di controllare i livelli di altre proteine coinvolte in diversi stadi della progressione del tumore alla mammella, come per esempio la diffusione delle cellule cancerose nel circolo sanguigno e l’invasione di altri organi a formare le metastasi. Lo studio è stato pubblicato on-line sulla rivista scientifica internazionale EMBO Molecular Medicine.

“Il cancro alla mammella è la più comune forma di cancro nella popolazione femminile. Questo tipo di cancro può recidivare anche a distanza di molti anni dopo il trattamento, dando poi metastasi che diffondono in tutto il corpo. Noi abbiamo dimostrato che esiste una relazione stretta tra i livelli della proteina FMRP nel tessuto tumorale e la capacità delle cellule cancerose di diffondere in altri organi. Mi auguro che questa nostra scoperta possa portare alla messa a punto di nuovi test per predire la probabilità di metastatizzazione nel cancro alla mammella”, afferma la prof.ssa Claudia Bagni, Università degli Studi di Roma Tor Vergata e VIB/KU Lovanio, Belgio.

I ricercatori hanno trovato livelli molto alti della proteina FMRP in un’ampia percentuale di tumori alla mammella altamente invasivi (tramite l’approccio del tissue microarray) e hanno anche

studiato l’effetto della modulazione dei livelli di FMRP sulle cellule cancerose, utilizzando un

modello murino per lo studio del cancro. In questo modello murino, l’aumento dei livelli della

proteina FMRP nel tumore primario porta ad una veloce e massiva diffusione delle cellule

cancerose nel circolo sanguigno e allo sviluppo di metastasi ai polmoni; di contro, la riduzione dei

livelli della proteina porta ad una riduzione nella formazione delle metastasi ai polmoni. Un altro

dato interessante è che le persone affette dalla Sindrome dell’X Fragile, che non hanno la proteina

FMRP, presentano una probabilità minore di sviluppare il tumore alla mammella, come pure una

insolita protezione contro l’invasività e l’aggressività di questo e di altri tipi di cancro.

Il ruolo di FMRP è stato ampiamente studiato nel cervello, dove l’assenza di questa proteina porta alla Sindrome dell’X Fragile, la più comune forma di ritardo mentale ereditario nella popolazione umana. Questo studio ha esplorato per la prima volta la relazione diretta che esiste tra i livelli della proteina FMRP e la progressione del cancro alla mammella.

“Precedenti studi hanno evidenziato che pazienti affetti dalla Sindrome dell’X Fragile hanno un minor rischio di sviluppare il cancro, ma ancora poco è noto circa gli eventi molecolari alla base di questo effetto protettivo. Noi abbiamo dimostrato che alti livelli della proteina FMRP nei tumori

alla mammella sono legati ad un aumentato rischio di sviluppare il cancro e soprattutto ad un

aumentato rischio di diffusione delle cellule tumorali ad altri tessuti nell’organismo” – ha

sottolineato la prof.ssa Claudia Bagni che ha guidato lo studio -.

“I nostri risultati suggeriscono che

FMRP possa agire come un regolatore principale di un ampio gruppo di molecole coinvolte in varie

fasi della progressione del cancro alla mammella. Ci auguriamo che i livelli della proteina FMRP

possano essere usati in futuro come un indice di aggressività nel cancro alla mammella per predire

la probabilità di diffusione delle metastasi in altri organi come i polmoni”.

A ciò merita di essere aggiunto che il team italiano che ha collaborato con laboratori di diversi istituti di ricerca (in Olanda, Francia, Stati Uniti e Regno Unito) come una singola proteina, diriga due distinti processi biologici essenziali per una corretta formazione delle sinapsi, i contatti tra cellule nervose alla base del funzionamento del nostro cervello. Grazie, infatti, a delle ramificazioni “spine”, i cento miliardi di neuroni che compongono il nostro cervello sono interconnessi tra loro e diverse patologie del cervello, coma sindrome dell’X fragile e la malattia dell’Alzheimer, ma anche l’autismo, l’epilessia e la schizofrenia

.09.2013 UFFICIO STAMPA CASTELFORTE

CONSIGLIO COMUNALE IL PDL SI PSACCA SULLE COMMISSIONI

CONSIGLIO COMUNALE DI FORMIA ( VENERDI’ 27 SETTEMBRE).

IL PDL SI SPACCA SULLE COMMISSIONI. DIVISIONI ANCHE IN MAGGIORANZA

Il Consiglio comunale di Formia, svoltosi venerdì,nella sala Ridaud, ha rivelato profonde spaccature sul punto riguardante la composizione delle commissioni consiliari nei due maggiori parti: PDL e PD.

 


All’interno del Pdl nei confronti del consigliere Avvocato Salvatore Forte, già capogruppo nella passata consiliatura, è stato perpretato un atto di tentata emarginazione in quanto a sua insaputa si è trovato inserito nelle commissioni bilancio e servizi sociali anziché in quella lavori pubblici come concordato con colui che si ritiene l’uomo forte del partito che negli ultimi incontri alla presenza del Senatore Fazzone è stato sempre uccel di bosco: Erasmo Picano.


Egli avendo aggregato a sé, colui che aveva chiamato “traditore” dopo i risultati elettorali del 10 giugno che lo hanno visto soccombente , quel Taddeo che ha rastrellato sorprendentemente una valanga di voti, tanto da essere definito “mister preferenza; con l’altra candidata donna Carla Ciano, hanno fatto una triade facendo prevalere i numeri nei confronti dell’Avvocato Forte che pur è stato il secondo eletto al Comune di Formia.Una operazione effettuata a sua insaputa che lo ha portato a rassegnare immediatamente le dimissioni dai due organismi consiliari. Forte si è lasciato andare a tutto il suo disappunto esclamando “truffatori”, dopo aver abbandonato il Consiglio e annunciato le sue dimissioni dalla commissioni non gradite.

 

Tutto ciò avviene proprio mentre il coordinamento provinciale del Pdl ha riconfigurato l’intera organizzazione del partito sul territorio, predisponendo una rivoluzione all’interno del partito che, con la nomina dei tre coordinatori due donne Civita Di Russo e Paola Paone entrambe “avvocati” ed il commercialista Antonio Candeloro. Cosa che non è stata gradita dal candidato sindaco del PDL Erasmo Picano, che invece di ringraziare i numerosi (6mila circa) elettori del PDL ha voluto dissociarsi forse per veleggiare verso lidi più remunerativi.

Stesso discorso per quanto accaduto anche all’interno della maggioranza che sostiene il Sindaco Sandro Bartolomeo, precisamente il consigliere Mattia Aprea, anch’egli avvocato,già apertamente in contrasto con l’amministrazione in quanto aspirava alla carica di Presidente del Consiglio Comunale, invece gli è stato preferito il dott. Maurizio Tallerini. Una decisione che ha fortemente avversata fin dalla prima seduta del Consiglio comunale. E venerdì ha manifestato di nuovo la sua disapprovazione. Infatti Aprea anch’egli inserito in Commissioni non gradite, ha subito annunciato le sue dimissioni dichiarando che le scelte erano state fatte stravolgendo i criteri di “competenze” che in precedenza erano stati concordati.

Insomma sono già iniziate spaccature che fanno prevedere futuri scenari di trasformismo in consiglio comunale a Formia. Per ora appare poco preoccupato il Sindaco che ha annunciato un nuovo delegato con delega alla salute dei bimbi e delle madri rispetto alle incidenze patologiche dovute all’inquinamento prodotto anche a Formia dai sotterramenti dei rifiuti tossici.

Il Sindaco ha poi presentato il nuovo segretario generale Michele Fratino, 50enne originario di Genova, che l’ha spuntata su un totale di circa 50 domande arrivate per ottenere la segreteria a Formia. All’unanimità è stata approvata la presa d’atto della deliberazione approvata insieme ad altri Comuni, in una seduta intercomunale svoltasi al tribunale di Gaeta, contro la soppressione del palazzo di giustizia. Come unanime è stata la scelta di votare l’intitolazione all’auditorium di via Olivastro Spaventola a Vittorio Foa, storico componente della sinistra italiana e parlamentare che a Formia ha passato buona parte della sua vita. A lui, inoltre, il sindaco Bartolomeo vuole intitolare anche l’istituzione di borse di studio per giovani. L’inaugurazione avverrà quando ricorrerà la data di morte di Foa il 20 ottobre prossimo.

Il Sindaco si è infine dilungato a parlare della manifestazione in preparazione da un apposito comitato di Trivio, in ricordo dell’Eccidio della Costarella, in cui furono barbaramente trucidati dai nazisti tedeschi il 26 novembre del 1943, otto cittadini formiani. Ha dichiarato che ne vuole fare un evento cittadino con intitolazione di una strada a Trivio.

E’ passato all’unanimità anche l’adesione del Comune di Formia ad un documento nazionale contro la diffusione indiscriminato delle sale da gioco sul territorio e l’istituzione dello schema di convenzione tramite bando ad un istituto di credito per affidare la tesoreria comunale gli altri due punti a conclusione dell’ordine del giorno. Animata, infine, è stata la discussione sulle rivelazioni del pentito di camorra, Carmine Schiavone, riguardo all’interramento di rifiuti tossici nel sudpontino. La mozione presentata dall’Udc sull’istituzione di una commissione di controllo per verificare quanto accaduto al Comune di Formia anche rispetto al ritrovamento di fusti all’interno della discarica di Penitro diversi anni fa, è stata rinviata alla prossima seduta per essere integrata dai contributi degli altri partiti.

IL TEAM

NUOVO DELEGATO AL COMUNE DI FORMIA

FORMIA –

 

Loredana Martellucci

 

nuova delegata del Sindaco.

 

Si occuperà di salute

 



Il sindaco Sandro Bartolomeo ha nominato questa mattina un nuovo delegato.

 

 

Si tratta della dottoressa Loredana Martellucci che si occuperà di “Tutela della salute e del benessere della donna e del bambino: prevenzione e promozione”, nonché dei “rapporti con Enti e istituzioni interessati” a tali settori. Stimata ginecologa, Loredana Martellucci, svolgerà l’incarico a titolo rigorosamente gratuito, così come gli altri delegati.

“La promozione della salute – spiega –, con particolare riferimento alle donne, deve rappresentare un obiettivo primario e strategico di un’amministrazione ed essere giustamente considerato un indicatore del livello di sviluppo e democrazia di una città. Questa delega è sicuramente una grande opportunità.

 

 

I vari progetti saranno promossi in collaborazione con tutti i settori dell’amministrazione. Promuovere la salute della donna significa agire su tre livelli: assenza di malattia, benessere socio-economico e serenità psicologica. L’obiettivo finale sarà quello di adottare stili di vita adeguati per una formazione più completa della donna che coniughi l’aspetto biologico e quello intellettuale”.

 

Alla dottoressa Martellucci, il sindaco ha affidato anche il compito di promuovere lo studio epidemiologico che sarà effettuato per quantificare e qualificare l’incidenza delle malattie tumorali sul territorio. Un’esigenza particolarmente sentita alla luce delle recenti rivelazioni del pentito Schiavone sul presunto interramento di rifiuti tossici sul territorio. Contestualmente, lo studio cercherà di approfondire gli eventuali effetti sulla salute prodotti dalla vicinanza con la centrale nucleare del Garigliano.