SCULTURA IL BUSTO DI RAFFELUCCIO

 

 

IL BANDITORE  RAFFELUCCIO

 

 

UN OMAGGIO RICORDANDO RALLELUCCIO

 

 

Agli inizi degli anni ’50 c’erano molti divertimenti per noi ragazzi di piazza di Maranola: mazza e piuzo, batti muro, striccula, treno a foco, gelorme; ma erano tutti passatempi che si organizzavano in gruppi, alcuni direttamente sulla piazza, altri anche nei vicoli del paese. Il divertimento che però ci coinvolgeva maggiormente era quello di “sfottere” Raffeluccio, quando girava per i vicoli e a voce spiegata annunciava l’arrivo in piazza di qualche venditore.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *