Dopo l’apertura a Formia del primo pozzo , quello dei 25 ponti.

Risultati immagini per POZZO 25 PONTI

COMUNICATO STAMPA

1 giorno fa
696 × 462 – latinaquotidiano.it

MARIARITA  MANZO

Si susseguono in queste ore gli annunci e gli evviva , dopo l’apertura a Formia del primo pozzo , quello dei 25 ponti.

Si ignora , invece, l’ipotesi di convocazione di un Consiglio comunale straordinario.

I rubinetti in molte zone e in molte, troppe  ore della giornata continuano ad essere ingenerosi, prolungando una crisi  idrica che ha lasciato tutti dentro una insostenibile sofferenza .

La tensione ha raggiunto livelli di insopportabilità ed  intolleranza  che si sono manifestate, con tutto il carico di rammarico e di disagio , anche  nell’iniziativa che ha portato la cittadinanza a scendere in piazza e a bloccare il traffico stradale . Come è ormai noto,  a seguito di queste ,  sono scattati DENUNCE a carico di alcuni partecipanti.

A questi ultimi abbiamo, come movimento politico, espresso la nostra piena  SOLIDARIETA’;  abbiamo condiviso  le ragioni della protesta  e  riteniamo che le condizioni di vita che siamo stati tutti costretti a subire abbiano giustificato  quanto accaduto.

E’ mancata, da parte delle istituzioni, nonostante alcuni interventi messi in atto, tra questi l’attivazione del pozzo, la capacità di affrontare con determinazione il problema, è mancata la volontà politica di di scendere in campo con una azione forte e  vera di rottura  nei confronti del gestore .E nemmeno una dichiarazione di vicinanza ai cittadini per la denuncia che ha raggiunto alcuni di loro ha rotto il silenzio.

DENUNCE a carico di alcuni partecipanti. A questi ultimi abbiamo, come movimento politico, espresso la nostra piena  SOLIDARIETA’;  abbiamo condiviso  le ragioni della protesta  e  riteniamo che le condizioni di vita che siamo stati tutti costretti a subire abbiano giustificato  quanto accaduto.

E’ mancata, da parte delle istituzioni, nonostante alcuni interventi messi in atto, tra questi l’attivazione del pozzo, la capacità di affrontare con determinazione il problema, è mancata la volontà politica di scendere in campo con una azione forte e  vera di rottura  nei confronti del gestore .E nemmeno una dichiarazione di vicinanza ai cittadini per la denuncia che ha raggiunto alcuni di loro ha rotto il silenzio.

Misurandosi con  tale   incomprensibile chiusura delle istituzioni ,  la cittadinanza stessa , ancora una volta spontaneamente, raccogliendo in poche ore circa settecento firme , ha chiesto la convocazione di un Consiglio comunale straordinario a Formia.

Ciò affinchè fosse esternato , da parte dell’Amministrazione comunale, almeno un sentimento di solidarietà e di vicinanza alla cittadinanza nel suo complesso e più in particolare ai cittadini sottoposti ad indagini  da parte delle autorità giudiziarie.

Noi aggiungiamo che la solidarietà non basta e che il Consiglio comunale, in virtù del ruolo che svolge , avrebbe dovuto e ancora , sia pur tardivamente , può , farsi  promotore  di un ATTO POLITICO .

Domenica 17 settembre 2017 passeggiata archeologica a Maranola

Comunicato Stampa

 Formia , dopo l’esate, ritornano le passeggiate insieme alla Pro Loco

Domenica 17 settembre 2017  passeggiata archeologica a Maranola  

Formia, 13 settembre 2017:  Con il forte caldo alle spalle, ripartono le passeggiate culturali della Pro Loco di Formia.

Primo appuntamento domenica 17 settembre, con la passeggiata archeologica a Maranola, organizzata dalla Pro Loco di Formia in collaborazione con l’Associazione Maranola Nostra, l’Associazione RAM, e la Formiana Saxa presiedute da Claudio Filosa, Marco Tedesco e Luciano Simione.

Il Cicerone, il dottor Marco Tedesco, accompagnerà i visitatori, partendo alle 10 da Piazza Antonio Ricca, a visitare il Borgo Storico di Maranola, l’antico “Muntano”, la cripta della Chiesa di San Luca dove sono contenuti gli affreschi raffiguranti la Madonna Del Latte e la Chiesa di Santa Maria.

“Continua il nostro impegno come Pro Loco di promuovere le bellezze artistiche e naturalistiche del nostro territorio, – sottolinea Pierfrancesco Scipione, presidente della Pro Loco –  partendo dalla volontà di condividere momenti speciali di spensieratezza con la nostra cittadinanza, alla scoperta degli angoli più suggestivi del comprensorio. Sono soddisfatto del lavoro svolto, giacchè, nonostante le ristrettezze economiche, ma armati di buona volontà e tanto entusiasmo, stiamo onorando l’impegno assunto di mettere al centro dei nostri sforzi le periferie, che reputo essere un valore aggiunto e una risorsa impareggiabile per continuare nell’obbiettivo di fare comunità e riscoprire le nostre tradizioni. Nella fattispecie Maranola rappresenta un borgo fantastico ricco di storia, in cui il tempo sembra essersi fermato , anche grazie all’opera concreta dei suoi abitanti che ne hanno custodito e preservato la sublime bellezza.”

La partecipazione è gratuita.

Per informazioni  rivolgersi alla Pro Loco in Via Vitruvio, sotto il palazzo comunale, oppure consultare la pagina Facebook.

 

L’addetto stampa

RELIQUIE DI PADRE PIO MARANOLA SETTEMBRE 2017

 

Grazie. Un XXV anniversario vissuto con commozione e Fede alla presenza delle Reliquie di Padre PIO.

Reliquie del mezzo guanti usato dal Padre e di una tovagliette intrisa del sangue del costato, portati a noi dal Coordinatore regionale del Lazio dei gruppi di preghiera, Mons Pietro Buongiovanni.

Dopo la benedizione dei mezzi della protezione civile di Formia in piazza Ricca, in processione, si è giunti in Chiesa per il Santo Rosario meditato da Don Pietro che ha intercalati la stessa con aneddoti e battute di Padre Pio. Grande commozione dei presenti in un silenzio religioso, interrotto a tratti dalle battute Delle barzellette di Padre PIO.

Celebrazione solenne presieduta da Don Pietro con don Gennaro, don Antonio ed un altro sacerdote di Roma. È stata posta la reliquia del mezzo guanti sulla testa dei presenti e successivamente c’è stata la festa dei 25 anni con Padre PIO con il taglio della torta.

 

Una giornata indimenticabile per tutti gli intervenuti che hanno gustato e sentito vicino il nostro Amato Padre PIO che ci conduce a Gesù. Grazie a tutti per la partecipazione

 

 

Allerta meteo a Formia, il Sindaco invita il Pollione a rinviare l’apertura dell’anno scolastico

Allerta meteo a Formia, il Sindaco invita il Pollione a rinviare l’apertura dell’anno scolastico

A seguito dell’allerta meteo diramato dalla Protezione Civile Regionale anche per la giornata di domani, il Sindaco ha invitato la dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo “Vitruvio Pollione” a rinviare di 24 ore l’apertura dell’anno scolastico prevista per domani lunedì 11 settembre.

Minturno / Laghetto formato da una perdita d’acqua, la denuncia di Franco Valerio (video)

Minturno / Laghetto formato da una perdita d’acqua, la denuncia di Franco Valerio (video)

 

Minturno / Laghetto formato da una perdita d’acqua, la denuncia di Franco Valerio (video)

MINTURNO – Mentre le comunità del sud pontino continuano a soffrire la sete, lungo la superstrada per Cassino in località “Cappella”, ai piedi della frazione minturnese di Santa Maria Infante, si è formato un laghetto di acqua potabile che molto probabilmente è “figlio” di una copiosa e sotterranea perdita da una delle condotte idriche che dalla vicina sorgente Capodacqua alimenta Minturno e i comuni più meridionali di Castelforte e Santi Cosma e Damiano. A maturare questa convinzione è l’associazione dei pendolari della stazione di Minturno e di Scauri e un ex docente di fisica, Franco Valerio, ha chiesto ricorso a internet, a Google Earth, e ha potuto verificare da una foto satellitare questa laghetto nel 2003 non c’era… Inoltre alimenta un ruscello sottostante, il suo livello è invariato, che sia estate o inverno, e la fitta e vasta sorgente vicina fanno propendere che non si tratti di una sorgente ma di una perdita che- secondo alcune stime – si aggira intorno ai 700 metri cubi.

Il professor Valerio ha chiesto ed ottenuto l’intervento del sindaco di Spigno Saturnia, Salvatore Vento, ma, dopo che alcuni elicotteri della regione Lazio e della Protezione civile quest’estate l’hanno utilizzato per domare alcuni incendi sui Monti Aurunci, è convinto che di questo laghetto dei misteri se ne deve occupare Acqualatina.

“Sta continuando ad alimentare in modo continuo un ruscello e, nonostante sia soggetto ad un’avaporazione sostenuta , ad un assorbimento da parte del terreno e mantenga il suo livello invariato, anzi è aumentato negli anni (vedi foto satellitari), se ne deduce- dice il professor Franco Valerio – che è alimentato. Ad alimentare il laghetto e la vasta ed estesa vegetazione non può essere una sorgente poichè il fenomeno prende vita sicuramente dopo il 2003, come dimostrato da doto satellitare dell’epoca. Non resta che ipotizzare una perdita (voluta come sfogo di pressione?) da parte delle grosse adduttrici che attraversano quella zona per alimentare zone dei Comuni del sud Pontino fino a Castelforte. E questa è una nostra pubblica denuncia che richiede accertamenti da parte delle Autorità competenti. Anche sulle perdite mai definitivamente affrontate esistono precise responsabiltà da parte della Conferenza dei Sindaci.”

Intervista a Franco V