MASTERCLASS DI ZAMPOGNA E CIARAMELLA con _ Marco Iamele e Marco Tomassi ALLA TORRE MARANOLA 2017

Programma didattico e obiettivi Masterclass

La Masterclass di zampogna e ciaramella prevede lo studio intensivo e approfondito degli strumenti sia dal punto di vista tecnico che del repertorio.
Il corso si intende rivolto ai tipi di ciaramella, zampogna a chiave e zoppa tradizionali, oltre che alle tipologie di zampogne Melodiche e Gran Concerto e bifare.
Particolare attenzione sarà inoltre rivolta allo sviluppo di abilità nella musica d’insieme per zampogne e ciaramelle e alle modalità di arrangiamento e di esecuzione di brani per organici vari.

Il corso è diviso:

1) CORSO DI STRUMENTO
1.Base
2.Avanzato

2) CORSO DI INTONAZIONE E MANUTENZIONE

Corso di STRUMENTO

L’attribuzione degli allievi a ciascun livello sarà deciso dagli insegnanti sulla base delle competenze e abilità individuate all’inizio del corso mediante un’audizione preliminare.

1) Il livello Base si pone come obiettivi il raggiungimento di una certa abilità nella gestione dell’otre e della modalità di respirazione, oltre che una corretta impostazione delle mani sullo strumento, e alla particolare coordinazione tra tecnica dell’otre e tecnica digitale. Verranno inoltre presentati all’allievo i primi esercizi utili al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Per gli allievi di ciaramella/bifara, verranno sottoposti esercizi per gestire l’ancia e descrittivi delle varie tecniche di articolazione (legato, portato, staccato,…), oltre ai primi studi sulle scale, arpeggi in diverse combinazioni su tutta l’estensione dello strumento.

2) Il livello Avanzato è rivolto ad allievi in possesso di avanzate competenze tecniche e interpretative sugli strumenti e che sono in grado di dedicarsi all’approfondimento della prassi tradizionale e soprattutto delle zampogne “Melodiche” e “Gran Concerto” a tre chanters. Il corso intende fornire degli strumenti di studio per quanto riguarda repertori di nuova composizione o riproposizioni di brani storici riproposti per gli strumenti che utilizzano possibilità organologiche di epoca barocca. Particolare interesse sarà rivolto allo studio della tecnica della zampogna Gran Concerto (con ottava sul chanter destro) e della Melodica (chiave del mi), con esercizi per sviluppare una tecnica avanzata e approfondimenti sull’improvvisazione armonico-melodica e di arrangiamento estemporaneo. Per gli allievi di ciaramella verrà sviluppata e approfondita la tecnica avanzata di articolazione e improvvisazione e variazione melodica, sul repertorio tradizionale e su quello di nuova composizione.

CORSO DI INTONAZIONE E MANUTENZIONE

Peculiarità del corso, rivolto a tutti gli allievi dei tre livelli, sarà una parte dedicata all’Intonazione degli strumenti, la manutenzione, la cura delle ance e le tecniche di intonazione e gestione degli strumenti in gruppi più o meno numerosi.

Le lezioni prevedono una didattica frontale d’insieme (per gruppi) e individuale, sulla base delle specifiche necessità di studio e insegnamento valutate di volta in volta.

N.B. Tutti gli allievi potranno acquistare le dispense ad inizio corso, relative ai livelli in cui sono stati ammessi.

Imparare a suonare zampogna e ciaramella: masterclass a Maranola

Imparare a suonare zampogna e ciaramella: masterclass a Maranola

Il Festival di musica e cultura tradizionale “La Zampogna” di Maranola compie 25 anni e anticipa il  suo consueto appuntamento invernale di gennaio. In attesa della XXV edizione della rassegna,Risultati immagini per zampognaro trivioamici il 26 Novembre presso

il centro A. De Ssntis di Maranola è in programma dalle 10 alle 17 una Masterclass di zampogna e ciaramella e alle 17:30 il concerto “Il bordone sonoro”.Risultati immagini per zampognaro trivioamici

La Masterclass a cura di Marco Iamele e Marco Tomassi prevede lo studio intensivo e approfondito degli strumenti sia dal punto di vista tecnico che del repertorio. Il corso si intende rivolto ai tipi di ciaramella, zampogna a chiave e zoppa tradizionali, oltre che alle tipologie di zampogne Melodiche e Gran Concerto e bifare. Particolare attenzione sarà, inoltre, rivolta allo sviluppo di abilità nella musica d’insieme per zampogne e ciaramelle e alle modalità di arrangiamento e di esecuzione di brani per organici vari. La masterclass è divisa in: corso di strumento base ed avanzato, corso di intonazione e manutenzione. L’attribuzione degli allievi a ciascun livello sarà deciso dagli insegnanti sulla base delle competenze e abilità individuate all’inizio del laboratorio mediante un’audizione preliminare.

Peculiarità del corso, rivolto a tutti gli allievi dei tre livelli, sarà una parte dedicata all’Intonazione degli strumenti, la manutenzione, la cura delle ance e le tecniche di intonazione e gestione degli strumenti in gruppi più o meno numerosi. Le lezioni prevedono una didattica frontale d’insieme (per gruppi) e individuale, sulla base delle specifiche necessità di studio e insegnamento valutate di volta in volta.

L’appuntamento è realizzato con il Patrocinio dell’Ente Parco Regionale dei Monti Aurunci. Il costo della didattica è di 30 Euro, da versare in loco. Info e iscrizioni: info@lazampogna.it

FAMIGLIE A TEATRO LA PRINCIPESSA AUDACE

19 Novembre ore 17:00

Teatro Remigio Paone, Formia

 

 

 

Domenica 19 Novembre alle 17:00 al Teatro Remigio Paone si apre la XVIII stagione di “Famiglie a teatro”, la rassegna promossa dal Teatro Bertolt Brecht di Formia all’interno del progetto Officine Culturali della Regione Lazio e del riconoscimento del Mibact.

 

Primo appuntamento da non perdere con “La Principessa Audace” del Teatro dell’Acquario di Cosenza liberamente tratto dalla raccolta “Le Rumanze Calabresi” di Pasquale Rossi.

 

Un racconto per musica, parole, pupazzi ed ombre, sulla storia della principessa Russumilillu con Paola Scialis e Roberto Bozzo, l’adattamento, i pupazzi e le ombre di Dora Ricca, l’adattamento musicale di Sara Rosaria Simari e la regia di Antonello Antonante.

 

Russumilillu, in dialetto calabrese significa piccola mela rossa, ed è il nome della protagonista, una fanciulla astuta e ardita, che travestendosi da cavaliere riesce a compiere imprese, dove tanti altri hanno fallito – artificio che sovverte il topos del maschio-eroe.

 

Questo racconto, anzi questa “rumanza” appartiene alla cultura popolare calabrese, raccolta e trascritta da Pasquale Rossi. Attraverso la fiaba e le avventure della sua audace protagonista, si propongono ai più piccoli, le atmosfere incantate dell’oriente diventando un valido strumento di promozione e di fruizione della cultura musicale popolare.

Il commento musicale, infatti, consente un primo spontaneo approccio al linguaggio musicale, ed alla scoperta di repertorio e di strumenti musicali come la chitarra battente, la zampogna, la pipita, la tammorra, la lira calabrese, l’organetto ecc… Il teatro di figura, per le sue capacità evocative, accompagna la narrazione in tutte le atmosfere del racconto. I personaggi sono prima marionette, poi marionette/ombra, suono, canto, parola e poi ancora marionette.

Il tema dell’oriente, del mito della terra orientale come luogo di conoscenza e di saggezza, è un tema quanto mai attuale,testimonia di una storia antica particolarmente felice, quando gli scambi con l’oriente rappresentavano elementi di ricchezza culturale, oltre che economica. I percorsi narrativi, quello musicale, quello visivo e quello della parola, sviluppano cammini paralleli e complementari, a volte si separano e a volte si intersecano.

E, anche se il racconto, la narrazione non appartengono più al quotidiano dei nostri bambini, la fascinazione e l’incanto emergono prepotentemente ogni qualvolta si prova a “raccontare”, con le parole, con le immagini o i suoni.

 

Ingresso 5 euro

Info e prevendita 327 3587181

 

 

Maranola e realizzazione di un parcheggio e una palestra 11 13 2017

13/11/17 – Il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche nella scuola di Maranola per

la realizzazione di un parcheggio edi una palestra trovato approvazione nell’ultima riunione di Giunta a Formia.

Il piano di intervento, sul quale i componenti dell’Esecutivo hanno immediatamente manifestato consenso unanime, risulta inserito nel Programma triennale delle opere pubbliche 2017-2019.

Particolarmente soddisfatto il vicensindaco e assessore all’Urbanistica, Pianificazione e Controllo del Territorio , Maurizio Tallerini, per “il raggiungimento di un obiettivo importante per Maranola e i suoi cittadini. L’intervento di abbattimento delle barriere testimonia l’importanza che viene attribuita alla scuola dai residenti e da questa amministrazione. Una struttura che ricopre un ruolo centrale nella vita della frazione”.

D’altro canto l’opera cantierata prevede anche la realizzazione di un parcheggio a servizio del corpo docenti, del personale scolastico e dei genitori, ma anche di una palestra. “In entrambi i casi – conclude Tallerini – si tratta di conferme circa la rilevanza che viene attribuita al plesso e ai giovani studenti”.