LA GRANDE GUERRA MOSTRA DEL MUSEO DEL FRONTE E DELLA MEMORIA DI SALVATORE GONZALEZ

 

PRIMA PARTEA GRANDE GUERRA MOSTRA DEL MUSEO DEL FRONTE E DELLA MEMORIA DI SALVATORE GONZALEZ

Museo del Fronte e della Memoria

13 h

Indietreggio’ il nemico fino a Trieste, fino a Trento e la Vittoria sciolse le ali al vento.

Onore ai nostri nonni che a prezzo della loro vita dimostrarono l’amor di patria per donare a tutti un Italia unita.

Presso il piano terra del Museo Diocesano di Gaeta è stata allestita dal Museo del Fronte e della Memoria la mostra ” In Trincea con Onore” in ricordo degli eventi di cento anni fa quando l’Italia con i suoi figli respinse l’ invasore. All’interno il visitatore può immergersi in un suggestivo scenario, entrando dalla Trincea passerà durante il percorso nei vari anni del conflitto. Potrà osservare cimeli di vita quotidiana di quei soldati inviati al fronte. Appartenuti anche ai soldati di Gaeta i quali per volere dei propri familiari sono stati ricordati tramite attestati e fotografie. Suggestivi sono i diorami e la parte dedicata alla Brigata Gaeta la quale il suo nome ancora oggi riecheggia tra le gentile di quei luoghi dove i suoi fanti hanno combattuto . Uscendo dal percorso a salutare il visitatore c’è l’elmetto di Caporetto in perpetua memoria di chi sul Piave dette la propria vita per il bene comune….. La Pace.

La mostra è visitabile il venerdì il sabato e la domenica di mattina dalle ore 9 :30 alle 12:30 mentre il pomeriggio dalle ore 17 :00 alle 20:00. Su prenotazione durante la settimana le scuole e i gruppi a la mail beniculturali@arcidiocesigaeta.it

 

TRIVIO SCUOLA COLLODI PRIMI CLASSIFICATI Caccia al Tesoro a Pian Delle Orme di Latina,

Grandissimi i nostri ragazzi della scuola Collodi di Trivio, De Amicis e il Giovanni Pascoli ( Castagneto) erano presente ed attivamente hanno partecipato con tutta la squadra compreso la scuola Collodi a realizzare un progetto la vittoria dell’ISTITUTO COMPRENSIVO VITRUVIO POLLIONEin rappresentanza dell’istituto Pollione di Formia, Primi classificati alla Caccia al Tesoro a Pian Delle Orme di Latina, organizzato dal Quotidiano Latina Oggi.

 

ALBERI DI CANTO (VI ed.) IL GELSO DELLA REGINA PIANTUMATO DA PEPPE SERVILLO

MARANOLA (LT), 14 APRILE 2018

 

Da sei anni a Maranola (Lt) ha messo radici un nuovo progetto dedicato agli alberi e a diversi rami dell’arte finalizzato a far crescere la curiosità e il rispetto nei confronti della natura, della cultura e dei luoghi della tradizione. 

Il 14 Aprile nella piazzetta Belvedere, seppur in forma ridotta rispetto alle scorse edizioni, si rinnova l’appuntamento con “Alberi di Canto”, il festival dei frutti e delle voci dimenticate. Un pomeriggio/serata di festa tra alberi, erbe aromatiche, bulbi e semi, legumi e tante altre sorprese organizzato dalla Rete Salamandrina, con il patrocinio del Parco Naturale Regionale Monti Aurunci, dell’ente parco Riviera di Ulisse, della  XVII Comunità Montana dei Monti Aurunci.

 

Si inizia alle ore 19:00 con Libri in campo, il percorso letterario “Il racconto dei gelsi”, curato da Anna Rita Persechino che ci guiderà alla scoperta di usanze e tradizioni legate a quest’albero mitico.

Alle ore 20:00 l’importante partecipazione dell’artista Peppe Servillo il quale sarà protagonista, assieme all’ensemble Polifonia Aurunca, dell’atteso momento della piantumazione di un albero nell’area adiacente la Villa Comunale di Maranola.

Peppe Servillo pianterà un Gelso della Regina arricchendo il giardino Alberi di Canto di una nuova specie che si unisce agli alberi già piantumati da Francesco De Gregori, Antonio Infantino, Ambrogio Sparagna, Sainkho Namtchilak, tra gli altri. Alberi da frutto, di specie dimenticate e molto curiose, di quelle di cui a volte si conosce il nome come il giuggiolo, l’azzeruolo ed il sorbo – ma non si è mai vista la pianta, le sue foglie, i frutti.

Ed immaginate la possibilità di visitare questo giardino scoprendo tra questi alberi una fontana, una meridiana, un arco in pietra e terrecotte con i versi di poeti e scrittori che hanno legato la loro ispirazione agli alberi. Immaginate come questo possa farsi realtà e diventare una attrazione turistica e culturale e una realtà didattica e sociale importante per tutta l’area. A Maranola è stato immaginato ed ora si vuole vederlo realizzato. Si sta, infatti, lavorando da sei anni a questo progetto raccogliendo l’interesse di tanti e varie istituzioni, locali e nazionali. 

ACCADEMIA DELLE ARTI BERTOLT BRECHT SAGGIO DEL CORSO DI ORGANETTI

SAGGIO DEL CORSO DI ORGANETTI

 

Domenica 15 Aprile ore 20:30

Teatro Bertolt Brecht, Formia

 

Domenica 15 Aprile alle ore 20:30 al Teatro Bertolt Brecht è in programma il saggio del corso di organetti “La giostra” a cura di Dilva Foddai.

Il corso rientra nell’offerta formativa della scuola- accademia di teatro di ricerca, popolare, di strada, di figura e di immagine per bambini, ragazzi, giovani, adulti e aspiranti professionisti che il collettivo formiano porta avanti dal 1993 per la direzione artistica di Maurizio Stammati.

Non un’impostazione rigida e quotidiana, ma con contenuti e proposte per tutte le esperienze e per tutte le generazioni all’interno del progetto “Officine culturali” della Regione Lazio e del riconoscimento del Ministero ber i beni e le attività culturali. Un’esperienza che cresce ogni anno con l’attivazione di nuovi laboratori.

 

Il saggio è parte del percorso dedicato allo studio dello strumento musicale tradizionale dai primi approcci ai brani della tradizione orale che quest’anno ha registrato circa venti allievi.