FESTA DELLA MARINA 2017.Alla presenza del Capo dello Stato Mattarella consegnata al Guardiamarina Fabio Monforte di Formia la Bandiera di combattimento di nave Carabiniere

Alla presenza del Capo dello Stato Mattarella

consegnata al Guardiamarina Fabio Monforte di Formia

 la Bandiera di combattimento di nave Carabiniere

Nella suggestiva cornice del porto di Civitavecchia, dove erano attraccati l’incrociatore portaeromobili “Garibaldi”, le fregate “Alpino” e “Carabiniere”, il pattugliatore “Borsini”, la nave scuola “Palinuro”, il sommergibile “Romeo Romei” e le navi “Libra”, “Termoli”, “Italia” e “Dattilo”, ha avuto luogo la celebrazione della “Giornata della Marina”, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, del Capo di Stato Maggiore della Marina, Amm. di Squadra Valter Girardelli e delle principali cariche istituzionali.

Il Capo dello Stato, dopo aver passato in rassegna le unità navali presenti in rada, salutato alla voce dagli “urràh” degli equipaggi schierati, ha raggiunto il palco d’onore per la consegna delle onorificenze e delle Bandiere di combattimento a nave Alpino e nave Carabiniere, mentre una formazione di Harrier AV-8B  sorvolava il luogo della cerimonia.

Durante il suo intervento, il Capo di Stato Maggiore della Marina ha sottolineato che “la giornata odierna testimonia come la Marina sia al servizio della collettività, di cui è parte integrante e da questa, trae forza, spunto e ragione di esistere”. Una festa, dunque, che appartiene a tutti i cittadini di un Paese, il nostro, la cui storia, la cui cultura, le cui sorti, anche economiche, sono indissolubilmente legate al mare.

“Viviamo nel cosiddetto secolo blu, ha proseguito l’Amm. Girardelli, dove lo sviluppo economico, tecnologico e sociale dell’intero pianeta si basa in maniera sempre più funzionale e determinante sul mare. Emerge, quindi, la necessità di salvaguardare gli interessi strategici nazionali che sul mare e nel mare estrinsecano le loro attività e per preservare il patrimonio marittimo, da cui tanto dipendiamo, è fondamentale mantenere le tradizionali capacità di presenza, di protezione e finanche di contrasto, per esercitare un credibile e concreto effetto di deterrenza in tutte le aree che assumono un interesse per il Paese.

La Marina militare, in tale contesto, è una realtà umana di primissimo livello, una Forza armata diligente custode del dominio marittimo del Paese, interamente vocata al bene comune ed ai bisogni della gente”.

Concetti, questi, ribaditi dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Graziano e, succesivamente, dalla Ministra Pinotti, la quale si è anche soffermata sull’altissima professionalità e l’eccezionale spirito di servizio degli uomini e donne della Marina, a partire dal Capo di Stato Maggiore che sta “attuando, con misura e lungimiranza, quanto deciso dal Governo e dal Parlamento, per assicurare le risorse necessarie al rinnovamento materiale della flotta. La piena operatività di nave Alpino e nave Carabiniere, rappresenta un risultato tangibile di questo impegno che tutto il Paese ha assunto ed un ulteriore passo verso la Marina del futuro”.

Dopo gli interventi, la cerimonia è proseguita con il conferimento delle seguenti onorificenze: Medaglia di Bronzo al valor Civile e Medaglia d’Oro al merito Civile alla Bandiera di Guerra della Marina e delle Forze Navali;
Medaglia d’Argento al Valor di Marina al Tenente di Vascello Stefano La Mela, al 1° maresciallo Domenico Lombardi ed al capo di 2^ classe Riccardo Taurelli.

La giornata è quindi proseguita con la consegna delle Bandiere di combattimento alle due FREMM (Fregate Europee Multi Missione). Dopo aver ricevuto in dono dal presidente dell’ANMI i cofani porta bandiera, il comandante di nave Alpino, Capitano di Fregata Marcello Grivelli, ed il comandante di nave Carabiniere, Capitano di Fregata Francesco Pagnotta, hanno ricevuto in dono dai presidenti dell’Associazione nazionale Alpini e dell’Associazione nazionale Carabinieri le Bandiere di combattimento, simbolo della Patria ed elemento che dà identità alla nave, quale tratto di suolo italiano itinerante per le acque del mondo.

Dopo essere stata benedetta dall’Ordinario Militare, Mons. Santo Marcianò, il vessillo di guerra di nave Carabiniere è stato consegnato, come vuole la tradizione, nelle mani dell’Ufficiale più giovane dell’equipaggio, il Guardiamarina Fabio Monforte, di Formia, il quale lo ha portato a bordo dell’unità, issandolo poi a riva.

FORMIA: Individuato e denunciato il responsabile di un vasto incendio boschivo

ORMIA: Individuato e denunciato il responsabile di un vasto incendio boschivo

E’ stato individuato e denunciato il responsabile di un vasto incendio boschivo avvenuto mercoledì pomeriggio in località Santa Maria La Noce, nel comune di Formia.

A “stanarlo” sono stati i militari della stazione carabinieri Forestale di Spigno Saturnia a conclusione di un’intensa attività investigativa.
L’incendio, a causa delle alte temperature e del forte vento, si è propagato velocemente interessando una superficie di circa 50 ettari di macchia mediterranea. Per avere ragione delle fiamme è stato così necessario l’intervento di squadre dei Vigili del fuoco, dei volontari della protezione civile, oltre a due elicotteri regionali e un Canadair.
La tempestiva attività d’indagine, i primi interrogatori, l’analisi delle modalità di propagazione delle fiamme e l’applicazione delle “evidenze fisiche”, hanno consentito di individuare il punto dal quale è nato il rogo e, di conseguenza, il responsabile dell’incendio. Le fiamme risultavano essersi propagate da un terreno limitrofo ad un uliveto nel quale, da diversi giorni, erano in corso lavori di potatura e ripulitura del terreno. Il bracciante agricolo impegnato nei lavori avrebbe iniziato a bruciare i “residui vegetali” senza porre la necessaria cura nell’accertarsi della completa estinzione delle fiamme. Per questo è stato denunciato con l’ipotesi di incendio boschivo colposo.
Un paio di settimane fa per un episodio analogo, sempre nel comune di Formia, è stata denunciata un’altra persona per aver provocato un incendio simile a quello di mercoledì.

MATRIMONIO IN COMUNE FORMIA 2017

Mia cognata Floriana ( Nicola Riccardelli) termine improprio per descrivere una persona disponibile , attenta ad ogni tua emozione , sempre con il sorriso sulle labbra anche nei momenti più difficili e dolorosi . Pronta a minimizzare ogni suo problema pur di non arrecare preoccupazione in chi le è accanto, guerriera in tante situazioni difficili .La vita le ha riservato tante battaglie nelle quali spesso non ne è uscita vittoriosa , è caduta più e più volte , ma si è sempre rialzata con più grinta di prima . La persona buona e altruista è amata da tutti , in primis dai bambini e tu con Nicola ne siete un esempio .


Sono onorata di vedere la fascia del tricolore avvolgerti , ciò significa che il tuo essere arriva nei cuori di molte persone . Non so se ci sono donne nel comune di Formia che hanno celebrato matrimoni, io non ne ho mai viste prima .


Auguro tanta gioia e felicità a Sandro e Bibiana ( Manila Zottola) che hanno scelto te per coronare il giorno piu importante della loro vita.
Felice di essere tua cognata …. OPS! Ho sbagliato tua sorell

La Messa di Sant’Erasmo in diretta tv formia 2017

La Messa di Sant’Erasmo in diretta tv. Per offrire ad anziani, emigranti e a tutti che

coloro che non potranno essere fisicamente presenti la possibilità di assistere alle concelebrazioni del Santo Patrono, la cerimonia eucaristica in programma domani venerdì 2 giugno sarà infatti trasmessa in diretta da Teleuniverso a partire dalle ore 10.50. L’evento, sostenuto dall’Amministrazione comunale, sarà visibile in tutto il Lazio ai canali 16 e 198 del digitale terrestre, in tutto l’Abruzzo al canale 89, nel Molise canale 617) e – come sempre – con un ‘ora di differita su Teleuniverso +1 (canale 661). La diretta sarà inoltre visibile in streaming in tutto il mondo sul sito internet www.teleuniverso.it Successivamente, l’Amministrazione provvederà ad inviare la registrazione alla Comunità dei Formiani d’America.

FORMIA Proloco di Formia: eletti il nuovo presidente e vicepresidente

Ventata di novità alla Proloco di Formia: eletti il nuovo presidente e vicepresidente

Formia, 31 maggio 2017: Sabato 27 Maggio, nella Sala Falcone-Borsellino del Comune di Formia, dopo un avvincente confronto tra i candidati Giuseppe Sapia, Simone Racchi e Pierfrancesco Scipione, la scelta del nuovo presidente della Proloco di Formia é caduta sul giovane talento formiano Pierfrancesco Scipione.
Pierfrancesco Scipione, 29 anni, già molto attivo nel panorama associativo, diplomato al Liceo Classico V. Pollione di Formia, laureato in giurisprudenza alla Sapienza di Roma e già presidente della Fuci (federazione universitaria cattolica italiana), ed attuale presidente dell’Associazione Culturale Musicale Ricreativa Mola, subentra al presidente dimissionario prof. Erasmo Collaruotolo (neo assessore alle attività produttive del Comune di Formia).
Ad affiancarlo, in questa importante sfida, il vicepresidente Luigi Saraniero: presidente e socio fondatore del Centro Socio Culturale Trivio, comitato che organizza il giro delle contrade di Trivio, una delle manifestazioni più in vista nella città di Formia.
Si é detto onorato della fiducia accordatagli il neo eletto presidente e ringraziando tutte le associazioni e gli amici che hanno creduto in questo progetto ha sottolineato: “voglio esprimere una profonda riconoscenza alla mia cara famiglia dell’Associazione Mola . Sento il dovere di servire la Pro Loco di Formia con la passione e l’impegno di sempre. Cercherò di garantire la più ampia autonomia alle diverse espressioni territoriali e settoriali affinchè ogni comunità possa sentirsi protagonista di questa nuova storia che scriveremo tutti insieme con un unico obbiettivo: restituire fiducia al nostro popolo, fatto di tante persone, tra cui molti giovani, pronti sempre a mettersi in gioco, avvalendosi della preziosa esperienza dei più anziani. Il nostro sforzo sarà tutto teso a raccogliere le istanze dal basso per trasformarle nel fresco gusto dell’avvenire, raggiungendo il traguardo di un nuovo umanesimo, il cui centro si stabilirà intorno all’imprescindibile esercizio del diritto alla felicità della nostra comunità”
“E’ un bellissimo risultato – ha invece sottolineato il neo vicepresidente – in cui ha prevalso la squadra. Ringrazio tutti gli amici che hanno fatto il tifo per noi e il mio caro Centro Socio-Culturale Trivio. Ha vinto il lavoro e il volontariato che abbiamo svolto con le nostre associazioni nei nostri quartieri. Abbiamo l’entusiasmo e la voglia di fare bene perchè il sogno continui. Noi ci crediamo e abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per regalare al nostro paese tante belle soddisfazioni. In ultimo sono molto fiero di essere al fianco di questo gruppo di giovani preparati e operosi che porteranno un vento di freschezza alla nostra città”.
A breve, con un’opportuna conferenza stampa, verranno resi noti I nomi di coloro che ricopriranno gli incraichi di segretario, tesoriere, delegato ed addetto stampa.

Il Presidente
Il Vicepresidente
L’addetto stampa