Formia: L’attività dell’Associazione Culturale Il Setaccio riprende con “Don Benedetto Ruggiero, una vita per i miei parrocchiani”.

Doppio appuntamento per “Don Benedetto Ruggiero, una vita per i miei parrocchiani” scritto e diretto da Antonio Forte ed interpretato dagli attori dell’Associazione Culturale il Setaccio di Formia.
Venerdì 4 settembre alla Multisala del Mare di Formia, all’interno del cartellone dei festeggiamenti dellaMadonna di Castagneto, organizzati dalla Chiesa di San Giuseppe Lavoratore e Santa Maria di Castagneto; sabato 5 settembre a Penitro, presso la Parrocchia del Buon Pastore, su invito dell’infaticabile Parroco Don Cristofaro Adriano.
Lo spettacolo, che ha già riscosso successo lo scorso 14 giugno a Maranola in occasione dei festeggiamenti per Sant’Antonio e durante la XXI settimana del teatro amatoriale, ripercorre il periodo di vita del Reverendo in cui è stato parroco di Maranola, ovvero dal 20 giugno 1944 al 14 agosto 1967 giorno della sua immatura scomparsa.
L’istituto per orfani e bambini abbandonati, l’attivazione del cinema parrocchiale l’organizzazione dell’azione cattolica e la trasmissione Radio dalla canonica sono solo alcune delle tante cose a cui Don Benedetto profuse tutto l’impegno possibile.
L’Arciprete fu fondamentale anche nella vita politico-amministrativa dei suoi parrocchiani: riuscì ad orientare al meglio le loro scelte affinché non venissero emarginati come in passato dal centro cittadino.
Attraverso la figura di Don Benedetto vengono messi in risalto anche altri personaggi dell’epoca che a loro modo hanno contribuito a disegnare la storia della cittadina aurunca, a risollevarla dalle macerie della seconda guerra mondiale.

“Rappresentare quest’opera a Castagneto prima e a Penitro dopo – ha evidenziato il professore Antonio Forte autore, regista e direttore artistico della compagnia – è un modo per ricordare meglio l’intensa attività umana e religiosa di Don Benedetto, figura rimasta sempre viva nel cuore del popolo formiano”.

FORMIA – Scendi in piazza, ci sono i dinosauri. Al “Cancello” torna la magia di “Nuovo Cinema 500”

 

 

FORMIA – Scendi in piazza, ci sono i dinosauri. Al “Cancello” torna la magia di “Nuovo Cinema 500”

 

11934556_1228940890464899_2286397231446461059_o

Cinema all’aperto, gratuito e per tutti, nel cuore storico della città. Sabato 5 settembre torna “Nuovo Cinema 500”. Il tour della Fiat 500 trasformata in cabina di proiezione riparte da Castellone. L’appuntamento è al “Cancello” a partire dalle ore 20. L’iniziativa, inserita nel calendario estivo di eventi promosso dall’Amministrazione comunale, è organizzata da “Nuovo Cinema 500” e ASD Zeronovanta.

La programmazione

Formia_-_Teatro_Romano_a_Castellone

consta di una collezione di brevi “videocartoline” accuratamente selezionate per il contesto in cui è inserita l’installazione, ed è pensata per far conoscere o riscoprire la memoria di uno dei luoghi più significativi della città. Protagonisti dei video sono infatti gli abitanti del quartiere Castellone e della piazzetta Cancello in particolare, con le loro storie, le memorie, i canti, le leggende.

Continua la lettura di FORMIA – Scendi in piazza, ci sono i dinosauri. Al “Cancello” torna la magia di “Nuovo Cinema 500”

FESTIVAL TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI FORMIA PONTE DI CULTURE

 

 

FESTIVAL TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI

FORMIA PONTE DI CULTURE

Maurizio Stammati: “I partner internazionali ci credono e vogliono investirci”.antigone

 

 

Si chiude la XI Edizione del Festival dei Teatri d’arte mediterranei. Tre giorni di spettacoli, concerti, eventi, letture, mostre, incontri promossi dal 28 al 30 agosto dal Teatro Bertolt Brecht all’interno del progetto Officine culturali della Regione Lazio in collaborazione con il Comune di Formia e l’Ente Parco Riviera di Ulisse.ex cusumano

Un festival che diventa una comunità ideale, patrimonio della città e ponte tra le culture del Mediterraneo, che offre l’opportunità di valorizzare gli artisti del comprensorio e di aprirsi alle esperienze nazionali ed internazionali. Un festival che ha fatto commuovere, sorprendere, sognare, sperare e divertire.

Continua la lettura di FESTIVAL TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI FORMIA PONTE DI CULTURE

Formia: L’Istituto Alberghiero “A.Celletti” amplia la sua offerta formativa con la musica.

È stata siglata ieri, presso la sala conferenze dell’Istituto Alberghiero “A. Celletti” di Formia la convenzione, tra la stessa scuola e l’Associazione Culturale A. Clementi, per l’apertura di una scuola civica di Musica, che si chiamerà per l’appunto “Scuola Civica di Musica Aldo Clementi”.

“Il progetto ha attratto la mia attenzione – ha dichiarato il professore Erasmo Colaruotolo, l’ormai ex dirigente scolastico dell’Alberghiero di Formia – perché ho capito che il progetto, presentatomi dai maestri Averna e Galdi, ha un valido aspetto didattico, ben strutturato che mira ad un’alta preparazione e competenza musicale”.

download

“La scuola è stata intitolata a Clementi per due motivi – ha evidenziato il maestro Vincenzo Galdi, quale direttore artistico – Uno perché Clementi è stato il mio insegnante durante il periodo di perfezionamento e due perché migliore rappresentante musicale nel panorama del ‘900”. Continua la lettura di Formia: L’Istituto Alberghiero “A.Celletti” amplia la sua offerta formativa con la musica.

Formia: AN.I.C.I. apre le porte al quartiere.

 

A.N.I.C.I. (Associazione Nazionale Invalidi Civili di Formia) apre le porte al quartiere, con
una giornata di festa, arte, musica, teatro e speranza.


Domenica 6 settembre, infatti, si tiene a Formia, presso la Parrocchia “S.S. Giovanni
Battista e Lorenzo”, a partire dalle 16, la manifestazione denominata “Disabilità nella città”
ed organizzata da A.N.I.C.I. , in collaborazione con l’ A.I.L.U.

 

(associazione Italiana
Leucodistrofie Unite E Malattie Rare) e con il gratuito patrocinio del Comune di Formia.
L’evento, presentato da Letizia Lagni (giornalista di Radio Formia), è coordinata Da Mario
Bianchini ( Presidente del comitato regionale), che nell’occasione potrebbe presentare il II
volume del libro “Mario Bianchini si racconta in una società convulsa con le proprie
esperienze”.


Continua la lettura di Formia: AN.I.C.I. apre le porte al quartiere.